«Մխիթարեան Պոլիսը»

Ամփոփում  
LA PRESENZA MECHITARISTA A COSTANTINOPOLI
 
P. ARTURO BEZDIKIAN
 
 
Costantinopoli ha donato alla realtà armena egregi rappresentanti in ambito culturale, letterario, ecclesiastico, scientifico, economico e politico.
 
Non si dovrebbe dimenticare la presenza Mechitarista a Costantinopoli, che oltre ad essere la prima culla della fondazione della Congregazione nel 1700, ha continuato ad essere punto di riferimento e centro missionario per tutto il territorio dell’oriente dal XVIII secolo fino al genocidio del 1915.
 
Diversi giovani nativi di Costantinopoli, giunti nei monasteri di Venezia e quello di Vienna, divennero monaci Mechitaristi, dottori ed esperti in quasi tutti i settori della cultura e dell’educazione, spesso quali coraggiosi pionieri.
 
La prima scuola mechitarista nell’impero ottomano fu edificata nel 1773 e tutt’ora funziona nella sede di Pankalti. Grazie all’educazione ricevuta in oltre otto scuole mechitariste della capitale, i ragazzi armeni furono in grado di frequentare licei e università in Europa, e ritornando al paese, ricoprirono diversi e importanti incarichi.
 
L’articolo non ha la pretesa di essere completa ed esauriente; ha solo l’intento di essere promotore di studi approfonditi e settoriali, ricordando i personaggi più celebri, e promuovendo quelli meno conosciuti, riconoscendo il loro serio contributo a servizio della nazione.
 
 
12.00€
Հատոր  
Էջեր  
23
Լեզու